Seleziona una pagina

IN THE MIDDLE

Leggo oggi su SetteGreen del Corriere un articolo (a firma S. Gandolfi) con questo incipit: “Non ha senso costruire case ecologiche, in classe A o persino a consumi «quasi zero», se il quartiere, la città, l’ambiente circostante rimangono inquinati, trafficati,...

MONADIC SIGNS, sulla composizione in ZHA

1. DALL’ORIGINE ALL’ORIGINALITA’ E’ abbastanza evidente che la composizione architettonica oggi si interessi poco o nulla delle proprie origini, volgendosi principalmente all’originalità. La prima capanna, la prima tenda, il primo...

CASA DA MUSICA, un meteorite su Porto

Nel 2006 siamo andati a conoscere (ed apprezzare) le architetture portoghesi: Siza, Mateus, Byrne e De Moura hanno configurato (tra gli altri) una peculiare cultura architettonica che tenta di raccordare la tradizione con le forme più plastiche della...

IDENTITY&IDENTIFICATION, sull’identità palinsesto

Aggiungo questo ulteriore post alla questione della progettazione tramite networking, in cui si ipotizza che il ruolo del progettista possa diventare un ruolo-guida di un’azione progettuale aperta, fondata sul co-working. Questa ipotesi ci ricorda molto quella...