Seleziona una pagina

E’ on-line il sito dedicato al workshop in corso su sei piazze della città di Padova, a cura dei Giovani Architetti di Padova. Le intenzioni sono ottime, nonostante le asincronicità inevitabili nell’organizzazione di un lavoro così complesso. Il giudizio, finora, è che vi è una visione comune tra i progettisti coinvolti, liberi di proiettare la propria professionalità oltre i farraginosi lacciuoli della prassi imposta nel nostro Paese. Sono contento di aver avuto l’occasione di chiacchierare e infervorarmi su temi centrali come la riqualificazione urbana, l’invenzione di nuove funzioni per la città, la pedonalizzazione, la connettività tra le aree verdi (e a Padova ne abbiamo molte), le contaminazioni con altri campi di forze (la street art, la land art, la sonorizzazione ambientale, la fotografia).
Nelle mie previsioni (e son sempre un inguaribile ottimista) sarà nel lavoro forsennato di questi ultimi due mesi che si concretizzeranno le bozze per la creazione di nuovi strumenti e apparati interpretativi. Non ultimo la creazione di un blog dedicato ai Gi.Ar. di Padova, su cui continuare a far crescere il dialogo.
La mia amica e collega Silvia Noventa parlava, qualche mese fa, di manifesto. Non so se sia ancora necessario un vessillo sotto cui riconoscersi, ma per ora le vibrazioni sono molto positive. Nel video che realizzeremo Valeria Fabris ed io, cercheremo di mettere in chiaro una visione unitaria nel quadro generale dei progetti (che sono ormai conclusi e in fase di redazione finale), considerando che gli architetti hanno di buono di avere lunghe antenne per percepire la città e mani abituate a rappresentare queste percezioni in modo sintetico.

So che l’etichetta del blog mi imporrebbe di non citare il sito del workshop, ma chiedo venia e ve lo do comunque: http://www.iluoghidelleemozioni.com